venerdì 18 settembre 2009

Alan Moore dixit

*[...]Ora siamo nel 1988, Margaret Thatcher sta iniziando il suo terzo incarico di governo e parla fiduciosa di un'ininterrotta leadership dei Conservatori fino al prossimo secolo. Mia figlia minore ha sette anni e i tabloid stanno diffondendo l'idea di campi di concentramento per le persone malate di AIDS. La nuova polizia antisommossa indossa visiere nere, proprio come i loro cavalli, e sul tettuccio dei loro cellulari sono montate videocamere ruotanti.
Il governo ha espresso il desiderio di estirpare l'omosessualità, persino come concetto astratto, e si possono solo fare ipotesi su quale sia la prossima minoranza contro cui si legifererà. Penso di prendere la mia famiglia e andarmene via da questo paese,, prima o poi, entro un paio di anni. E' diventato freddo e cattivo e non mi piace più.
Buonanotte, Inghilterra. Buonanotte, BBC e V di Vittoria.

Alan Moore
Northampton, marzo 1988



*Estratto della introduzione al primo numero della serie di V for Vendetta edita dalla DC Comics.

Song of the day: The Killers - Mr Brightside

Marcello


Share/Save/Bookmark


venerdì 11 settembre 2009

Hasta la victoria Dieguito/2

Undici mesi fa celebravo la nomina di Maradona a ct dell'Argentina.
Sembrava la perfetta sceneggiatura di un kolossal hollywoodiano: il più grande mito vivente (e non) di una nazione che dopo aver intessuto un proficuo rapporto con l'autodistruzione trovava le forze per tirarsi fuori dal tunnel e riportare l'Argentina sul tetto del mondo calcistico guidando dalla panchina l'unico suo erede degno di paragone (Messi), in coppia con il genero (Aguero); un intreccio di talenti e rapporti familiari da commuovere anche il cuore più duro.

Ma la realtà non segue mai il copione più bello e i primi undici mesi della gestione Maradona vanno catalogati sotto la voce "disastri".
Scoppole pesantissime dall'odiato Brasile e un attuale quinto posto (a 2 partite dalla fine del girone) che significherebbe spareggio con una squadra centrocamericana.
Probabilmente anche solo la vittoria in casa contro l'ormai ultimissimo Perù basterà a regalare alla Seleccion almeno lo spareggio comodo contro Costarica o Honduras, ma Dio non voglia che succeda l'impensabile o che il Venezuela venga omaggiato di due impronosticabili vittorie contro le ormai qualificate Paraguay e Brasile.
Perché in Sud America le leggende parlano di premi a vincere, regali di qualsivoglia genere e per molti il primo comandamento non è vincere, ma impedire la vittoria dell'odiato avversario, la letteratura di genere è fin troppo lunga.

Mentre a Baires molti scrutano preoccupati il calendario e le sue infinite combinazioni, in federazione non sanno che pesci pigliare e le telecamere si divertono a vivisezionare il faccione di Maradona sempre più tremendamentee catatonico, ingrassato e dalla voce troppo pasticciata.
Il Diego che a novembre lanciava messaggi di sfida al mondo da Glasgow sembra lontano anni luce da quello che 2 giorni fa in una fredda serata ad Asuncion guardando verso la panchina non trova soluzione migliore che spedire in campo Schiavi (esordio in nazionale a 36 anni) e Martin Palermo, per quest'ultimo un ritorno dopo 10 anni e 3 rigori sbagliati nella stessa partita contro la Colombia.

Ha messo in gioco tutta la sua gloria e il suo credito di onori e trofei, ma non intende gettare la spugna e ora rischia di perdere tutto all'ultima mano nella migliore tradizione del tavolo verde (Regalo di Natale di Pupi Avati se volete gustarvi uno splendido film) e senza nemmeno un Soriano a difenderlo, forse solo un Gianni Minà.
Non ci sarebbe finale peggiore e a ben pensarci il film si potrebbe ancora fare, ma non la definirei una commedia strappa lacrime.

Song of the day: The Turtles - Elenoire

Marcello

Share/Save/Bookmark


martedì 1 settembre 2009

Where were we?

Dove eravamo rimasti?
Ah si, l'ultima volta che mettevo piede da queste parti era agosto e stavo infilando in valigia una quantità abnorme di sapori e accessori da mare; torno che è appena iniziato settembre, la casa al mare chiusa, il campionato alla prima sosta per la nazionale (anche se continuo a pensare che non è davvero campionato guardare una partita in costume e infradito appena saliti da mare) e il matrimonio di un amico fraterno alle porte.
Se dovessi brevemente dire come ho passato queste vacanze basterebbero 2 semplici parole: Ginosa Marina, e nonostante per molti dicono poco o nulla per me sono moltissimo.
Un luogo dove ritrovare amici di una vita intera, rivedere luoghi sempre uguali, ma allo stesso tempo arricchirsi ogni volta che vi si ritorna.
Tutto bello come sempre, ma avverto sotteranea una urgenza dettata forse dallo scandire del tempo nel tentativo quasi forzato di riempire la borsa dell'estate con momenti belli e aneddoti da raccontarsi durante l'inverno: la metaforica spinta al destino forse.
In questo mese mi è anche capitato di tornare su un luogo di una vecchia gita a Pasquetta, ma con persone diverse tranne una, e ho avvertito di nuovo la presenza di questa spinta nel ricordare chi c'era 10 anni prima, quanto di buffo era capitato e così via evidentemente la cima Coppi dei 30 si sente per tutti.

Poi ci sarebbe altro da raccontare, ma scelgo di tenere quasi tutto per me tranne un paio di cosette:
1) Prometto alla prossima persona che dice di non volermi ferire perché sono troppo sensibile di tirargli una bella testata in faccia, che un poco mi sarei anche rotto
2) la foto più giù (sotto gentile concessione di Mariangela Tocci, che se non la cito mi cita lei), da portare ad esempio. Ecco cosa succede quando un tipo da spiaggia si improvvisa esploratore delle montagne, mancava solo l'ombrellone diamine :P

La song of the day?
Ce ne sarebbero tante: Giuliodorme - Nulla, Battisti - Aver paura di innamorarsi troppo, Radiohead - Creep (nella versione acustica incisa nel b-side di My Iron Lung) o Marlene Kuntz - La ballata dell'ignavo, ma scelgo Apres La Classe - Sud Est , ascoltata in un caldissimo viaggio sulla Bari - Taranto e prima di una bella tranvata sul naso che non fa mai troppo male o così dicono :P

Marcello




Share/Save/Bookmark